Onikurai’s Corner: MotoGP Laguna Seca

Dal nostro inviato speciale

Non è facile oggi parlare di spettacolo motociclistico e gioire per quanto offerto dalla MotoGP ieri sera; ripetere ancora una volta che queste son le gare “o si smette di piangere o si smette di correre” sembra la solita ed inutile frase buttata giù per far effetto, in realtà, è purtroppo così; il motorsport, e quello delle 2 ruote in particolare, son di base una sfida contro se stessi e contro la nera mietitrice prima che una sfida contro gli altri.

Tanto è stato fatto per la sicurezza, tanto potrebbe ancora essere fatto (e sinceramente spero lo si faccia presto perché non si può vedere che in un campionato mondiale come la SBK le decisioni vengano prese con tanta leggerezza da gente che su una moto probabilmente non ci è mai salita), ma come ho tweettato ieri pomeriggio a Marco Melandri son i piloti che in primis dovrebbero alzare la testa e gridare a gran voce “lo spettacolo siamo noi e lo comandiamo noi!”, se non son loro in primis a riunirsi ed a far gruppo contro la cieca organizzazione come possiamo pensare che le cose possano cambiare in meglio? Dobbiamo sempre ricordarci di questo quando è troppo tardi?

Sinceramente credevo di non guardare neanche la MotoGP ieri sera e non vi nego di aver provato una strana sensazione durante tutta la gara, 1 ora non di divertimento e di euforia come al solito, ma 1 ora di apprensione continua, non vedevo l’ora che finisse perché per me ogni giro era una tortura; vedere gli onboard e le staccate al limite su una pista dove al massimo far girare le Tamiya radiocomandate, con muri a 10 metri, e vie di fuga inadeguate, riporta al pensiero precedente: Laguna Seca è una pista inadeguata a moto da 250cv, ma lo è anche per moto con molta meno potenza, “Dobbiamo sempre ricordarci di questo quando è troppo tardi?”.
Ed ancora, il secondo quesito “Quanto conta a Laguna Seca il regolamento FIM?”. Marquez ha corso una gara magistrale, o meglio tutto un week end magistrale, sempre in testa in tutti i turni, sempre il più veloce; il sorpasso su Bradl è stato uno spettacolo per gli amanti delle due ruote, con la moto che sbandierava a destra e sinistra, ha percorso l’ultima curva a moto quasi dritta girandola solo col freno e con la manetta del gas, orgasmo allo stato puro, eppure si osanna quella che, regolamento alla mano, è stata una manovra irregolare, quella stessa manovra che più volte in questo stesso topic ho etichettato come una manovra in perfetta infrazione del regolamento, perché la pista è delimitata da due righe bianche, se vai oltre sei fuori dal tracciato non dentro. Sembra quasi che il cavatappi di Laguna sia stato “sdoganato” sull’altare dello spettacolo: lì si può comunque fare. Nel 2008 Rossi era fuori pista mentre Stoner era in pista, con l’aggiunta di essere stato quasi urtato nel ritorno sul tracciato di Rossi.
Ieri entrambi hanno tagliato la curva, Marquez andando praticamente dritto e Rossi, ritardando la sua frenata, oltre il cordolo, due sorpassi dal forte impatto ma spettacolare non significa regolare.

Marquez: Voto 10+ perché come già detto ha dominato tutto il week end, è mancata solo la pole a causa della scivolata proprio mentre stava abbattendo di oltre 1 decimo il tempo di Bradl ma per il resto perfetto. In gara parte a rilento ma recupera sorpassando nell’ordine Jorge e Vale. Come il pugile migliore sfianca con i suoi colpi l’avversario Bradl ed alla fine lo mette KO con un montante vincente. A Laguna mai un Rookie aveva vinto, a Laguna si vince se ci hai già corso, per Marc queste cose non contano, i migliori due della classe erano a mezzo servizio ed ancora una volta non si è lasciato scappare l’occasione, raccogliendo quanto più possibile, un campione fa anche questo.

Bradl: al Sachs ci aveva provato qui è stato ancora più incisivo. Anch’egli velocissimo per tutto il week end, agguanta la pole al sabato e condurre oltre metà della gara in testa braccato dal Cabroncito non è cosa da poco. Una prestazione con la P maiuscola, bello vedere anche Cecchinello saltare festante, se lo merita proprio. Non è dato sapere se sarà la solita rondine ma ieri si è comportato alla stragrande. Voto 9,5.

Rossi: colpito lì dove non se lo sarebbe mai aspettato, quel cavatappi da tutti ricordato e osannato. Ma Vale ieri non è stato solo questo, è stato il primo dei piloti Yamaha al traguardo, ciò significa che ha portato a casa il massimo che ieri si potesse ottenere con una Yamaha. Tanti problemi durante i primi turni di libere, solo il guizzo nelle FP3 ma poi tanta sofferenza sul passo, in gara ha saputo trasformarsi a partire da quello stacco a fionda dopo il semaforo verde. Incassa la sconfitta con il sorriso e comunque guadagna una posizione in classifica generale scavalcando Cal. Bella gara Vale. Voto 9

Bautista: lo critico sempre, perché non si impegna, perché con quella moto DEVE fare di più, beh ieri l’ha fatto! Prima fila al sabato e garone la domenica, molto corretto, molto preciso, poche sbavature e l’interrogativo per tutti i giri finali: riuscirà a passarlo? Non ce l’ha fatta ma comunque ha corso una bellissima gara, alla faccia del solito duetto Mediaset che non perde occasione per tirare le solite frecciatine e per aizzare la gente contro… il giornalista DEVE essere super partes e commentare quel che vede, il tifo fuori per favore, altrimenti andate a commentare nelle piazzette davanti ai bar dove si riuniscono i bikers alla domenica. Voto 9-

Pedrosa: gira poco in prova per risparmiare le forze, salta due turni completi. Lo vediamo addirittura partecipare alle Q1, non ci punteresti un centesimo in gara e poi che fa, parte benissimo, si mette dietro il diretto rivale in campionato (a suo avviso) e fa gara intelligente. AL momento giusto passa avanti ed impone un ritmo insostenibile per il majorchino. Dani è tanto veloce quanto sfortunato, o compagni di squadra “pesanti” o infortuni sul suo cammino. Ora ci sono 4 settimane per rimettersi in sesto, Dani è sempre andato forte nella seconda metà di campionato, ci sarà da divertirsi. Voto 8,5

Lorenzo: Non avremmo dovuto vederlo, meditava di starsene a casa ed invece quanto successo a Pedrosa lo ha spinto a tornare in pista prima del necessario. Ci ha provato tutto il tempo e tutti i turni ma stavolta l’impresa è stata ben più ardua, complice anche una minor capacità di adattamento della moto al tracciato americano. Sul traguardo non è soddisfatto e lo dimostrano i pugni sul serbatoio ma Jorge ci ha messo l’anima anche ieri e questo premia nel corso della stagione. Voto 8

Chrutchlow: Velocissimo nei primi turni di prova, poi esagera nella FP4 e distrugge la moto, se la smettesse di cadere ogni 2 gare… ieri in gara si è vista solo l’ombra del pilota che al Sachs ha girato su tempi record raggiungendo la 2ª posizione, null’altro da dire se non, ci vediamo ad Indy, nell’attesa di conoscerne il futuro… Voto 6,5

Hayden e Dovizioso: oramai prendono costantemente lo stesso voto perché fanno gara in coppia, segno che più di così non si può fare. Rischiano anche il patatrac toccandosi sul rettilineo non rettilineo… In molti sperano per il prossimo anno, io non vedo alcuna mossa purtroppo in ottica futura e la cosa mi impensierisce non poco perché ricordo trattasi di Team Italiano al pari della Ferrari. Voto 5

Per una volta un voto anche a Giorgio Teruzzi devo darlo…. 2! Perché è vero che era un musone, schietto e sincero e poco avvezzo agli scherzetti ed alle scenette ma non riconoscere che il suo stile di guida fosse spettacolare è da STUPIDI IGNORANTI (nel senso che ignorano cosa significhi guidare una 2 ruote)! E per inciso, ti chiedi a chi manca Casey? A me, e credo a tanti tanti altri a giudicare da quel che si legge sui forum specializzati di COMPETENTONI, come li chiama Guido Meda ancora una volta il becero tifo da stadio prende il sopravvento sulle già misere competenze tecniche.

Analisi dei tempi
http://resources.motogp.com/files/res … /Analysis.pdf?v1_f6391eeb

Analisi per giro
http://resources.motogp.com/files/res … ysisbylap.pdf?v1_989a1499

Giri veloci
http://resources.motogp.com/files/res … tLapRider.pdf?v1_4be3a8c0

Velocità massime
http://resources.motogp.com/files/res … rageSpeed.pdf?v1_989a1499

Annunci

Onikurai’s Corner: Le pagelle della MotoGP

Lorenzo imperiale; ha messo giù una costanza ed una cattiveria che non ha consentito a nessuno di impensierirlo neanche in partenza. E’ vero che il compagno e Marquez han tirato giù i migliori tempi alla fine della gara ma l’hanno fatto con i serbatoio vuoto (Rossi) o rincorrendo gli avversari (Marquez), lui invece a inizio gara con gomme fredde ed il pieno di benza in perfetta solitudine. Spaventoso, oramai ha la piena consapevolezza dei suoi mezzi e delle capacità della moto, sarà un inizio di campionato come quello passato? 10 e lode

Rossi rinato; dimostra, se mai ce ne fosse il bisogno, che con la moto buona tra le mani riesce tranquillamente a tener testa e superare colleghi ben più giovani. Commette un errore che gli sarebbe potuto costare ben più caro ad inizio gara (ringraziamo il buon Capirex per aver ottenuto l’installazione dei dispositivo di sicurezza sul freno anteriore!) ma si riprende alla stragrande mettendo giù un passo micidiale. Un sollievo per lui ed i suoi tifosi. Voto 9,5

Marquez astro nascente; c’era da aspettarselo, ho puntato sul suo podio nella prima gara e così è stato. Si è dimostrato subito veloce nei test invernali, ha dominato le Free Practice (fatta eccezione per la prima sessione), rischia il patatrac con Dani in qualifica, parte maluccio ritrovandosi 8° ma recupera, a suon di sorpassi, avversari già abituati alle grandi potenze delle MotoGP; si permette il lusso di infastidire e scavalcare Dani ed alla fine lotta con il miglior Rossi… se le premesse son queste ci sarà da divertirsi. Prossima tappa Austin in Texas, pista nuova per quasi tutti dove già ha dominato i test… chissà! Voto 9,5

Pedrosa spaesato; Ok in Qatar non è mai andato bene negli anni passati però dopo gli sfacelli dei test ci si aspettava un Dani più combattivo. Risolve i suoi problemi in qualifica (anche se credo ci abbia messo più una pezza che non una soluzione vera e propria), parte a cannone come sempre ma le sue polveri sembrano bagnate. Il passo peggiora subito e si ritrova a far da tappo al compagno ed a Crutchlow per tutta la gara. Urge recupero. Voto 7,5

Crutchlow indemoniato; che la yamaha, ufficiale o no, sia moto valida par oramai chiaro a tutti, ma per guidarla al limite ci vuole comunque un bel pelo e Cal ce l’ha. Sembra sempre un po’ sopra le righe con la sua guida esagerata e spesso sciupa buona occasioni (inutile resistere così tanto all’attacco di Rossi, avrebbe avuto maggiori chance attendendo un paio di curve ma Cal è sempre stato così anche in SBK) ma quello visto ieri sera è un Cal comunque combattivo e pericoloso per gli avversari. Voto 7,5

Bautista prendi e porta a casa; non brilla durante le prove e qualifiche, qualche problema di troppo nel setup o solita flemma. Ciò nonostante porta a casa un discreto risultato, dietro di lui solo le Ducati. Voto 6,5

Dovizioso gladiatore con armi in plastica; alla vigilia della gara l’aveva detto che non ci saremmo dovuti aspettare troppo sul passo gara, le belle qualifiche non rispecchiavano il reale valore della moto. Parte con il coltello tra i denti e si porta subito in 3ª posizione, lotta con gli avversari, risponde agli attacchi di Rossi e resiste finché può, o meglio fino a quando le gomme possono, poi il solito baratro con la perdita inesorabile di secondi… c’é da fare, c’é tanto da fare e si sapeva, nell’attesa che la nuova moto arrivi a luglio bisogna tenere i denti stretti e lottare, lottare come purtroppo non si è fatto in passato. Voto 7

Hayden, Iannone e Spies spenti; li si vede poco in gara, Spies giusto un paio di volte anche grazie alle CRT contro le quali battaglia. Per loro purtroppo stessa cosa del Dovi, lavorare e stringere i denti, meriterebbero senz’altro una moto più competitiva anche loro…sufficienza sulla fiducia. Voto 6

Bradl sciupone; la faccia o lo sconforto di Lucio Cecchinello la dicono tutta, non puoi buttare ogni volta tutto alle ortiche, devi fare risultato ed alle volte questo significa cercare di non andare oltre le righe. Tiene dietro Vale dopo l’errore, lo segue in seguito al sorpasso e sembra poter non perdere il treno ma perde l’anteriore e butta via una gara fino a quel momento decisamente buona. Peccato. Voto 5

Ai piloti CRT va il mio sincero “Bravi Tutti”, perché partecipare ad una gara mondiale con quei trabiccoli giusto per far numero e con la consapevolezza di non poter portare a casa nulla (manco una mezza inquadratura) se non la soddisfazione personalissima fa onore a loro in primis.